Record dei redditi per Playtech

10 Maggio – Il reddito di 39 milioni di dollari, relativo al trimestre, è il 97% più alto rispetto a all’anno scorso, quando si registrarono redditi pari a 19.8 milioni di dollari statunitensi. Più significativo è il fatto che esso rappresenti un aumento del 19% su 32.7 milioni di dollari sui redditi del quarto trimestre 2007.

Analizzando le cifre si evince che i redditi del casinò online erano il 79%, ovvero 27.2 milioni di dollari rispetto ai 15.2 milioni di dollari registrati nello stesso periodo dell’anno scorso. Erano il 19% su 4.2 milioni di dollari nel Q4 2007. I redditi derivanti dal poker sono arrivati a 11 milioni di dollari, che è un imponente 161% in più rispetto ai 4.2 milioni di dollari nel 2007 e, trimestre dopo trimestre, è arrivato al 17% (9.4 milioni di dollari nel Q4 2007). iPoker di Playtech rappresenta adesso la terza rete più grande dopo Poker Stars e Full Tilt (sebbene sia ancora molto lontana ha sorpassato tutte le altre reti, il che è un successo inaspettato considerando che non accettano giocatori con soldi veri).

Il capo dell’ufficio esecutivo di Playtech, Mor Weizer: “Questo è stato un trimestre eccezionale per il gruppo, registrando un’imponente crescita mensile del reddito. L’aggiunta di nuove autorizzazioni durante questo periodo e l’uscita prevista dei nuovi giochi asiatici P2P e Flash Poker significano che il gruppo è ben posizionato per crescere fino al livello Q2 e oltre. Il gruppo continua a inseguire significative opportunità d’affari attraverso tutti i mercati regolamentati e il Consiglio è altamente fiducioso riguardo al rendimento commerciale del gruppo per il 2008 e oltre.

Egli continuò a dichiarare che i momenti salienti, a livello operativo, dipendevano anche dal fatto che la loro rete iPoker fosse diventata la più grande rete mondiale di poker non americana, oltre che dalla realizzazione di nove nuove autorizzazioni. Un altro momento importante fu il lancio dei giochi asiatici.

Gli aumenti attuali includono lo sviluppo di un poker in versione Flash, previsto nel terzo trimestre dell’anno.