La Grecia e i Paesi Bassi sono in disaccordo con l’Unione Europea

La Commissione Europea ha avuto a che fare con questioni relative al gioco d’azzardo. Ora ha mandato un avvertimento finale a due Paesi, i Paesi Bassi e la Grecia, relativo alle loro restrizioni sul gioco d’azzardo.
I due Paesi sono stati avvertiti su diversi temi dall’Unione Europea. Le restrizioni dei Paesi Bassi sulle scommesse sportive relative ai concorrenti stranieri hanno attirato l’attenzione dell’Unione Europea.
La Grecia ha un problema leggermente diverso. Sono stati avvisati riguardo alle loro limitazioni sul gioco d’azzardo e la pubblicità. Sia la Grecia che i Paesi Bassi hanno attualmente due mesi per rispondere, altrimenti entrambe affronteranno la Corte di Giustizia Europea.

“Se gli stati membri vogliono proibire il gioco d’azzardo, non piangerò la notte per questo. Ma essi non possono essere discriminatori contro le compagnie del gioco d’azzardo legalmente autorizzate da altri stati membri”, disse il Commissario del Mercato Interno dell’Unione Europea, Charlie McCreevy.

Il governo tedesco sta cercando un accordo esclusivo col Casinò Olanda per un’autorizzazione per il gioco d’azzardo online. Vorrebbero forzare le istituzioni finanziarie a non accettare pagamenti da altre compagnie del gioco online.
Il problema è che alcune di queste compagnie sono autorizzate dall’Unione Europea. Ciò ha messo in disaccordo l’Unione con i Paesi Bassi. La questione potrebbe realmente finire per essere risolta alla corte.