La Storia Delle Slot Machine

Tutte le slot machine oggi, sia nei casinò online che in quelli tradizionali, discendono per alcuni aspetti dalla slot machine originale, la Liberty Bell, che fu inventata dall’americano Charles Fey nel 1889. Fey era in immigrante tedesco che lavorava come meccanico a San Francisco, in California.

La storia delle Slot Machine parte dalla Liberty

La Liberty Bell funzionava come molta gente presume che funzionino oggi le slot machine: nella scatola c’erano 3 bobine con 10 simboli su ogni bobina. Fino ad allora i simboli erano costituiti dai semi delle carte da gioco e c’era anche un simbolo della liberty bell su ogni bobina. Quando veniva tirata la leva si otteneva un premio se gli stessi simboli risultavano su tutte e 3 le bobine
La Liberty Bell era il grande premio. Ottieni 3 liberty bell e vinci 10 monete da 5 centesimi, o 50 centesimi. Credo che in quei giorni rientrarono molti soldi.
Era facile calcolare le probabilità in quei giorni. 3 bobine con 10 potenziali fermate danno le seguenti probabilità: 10 X 10 X 10 = 1000 combinazioni. Solo 1 di quelle combinazioni frutta il grande premio.

Proibizione del Gioco d’azzardo

La storia delle slot machine non ha visto sempre tempi facili. Le slot machine furono bandite nel 1902, che fu solo un breve periodo dopo la loro invenzione nel 1899. Ma i proprietari di slot furono innovativi anche allora. Essi sostituirono le macchine a monete con dispositivi che offrivano caramelle, bibite e chewing-gum, ed essi ridipinsero la ruota con disegni di gomme da masticare e frutta invece dei semi delle carte.
Le ciliegie sono rimaste una costante nelle slot machine anche adesso, e i bastoni delle gomme da masticare alla fine mutarono nelle sbarre che ancora si vedono in molte delle comuni slot machine.

Le slot machine erano una novità, e non molto popolari, fino al 1970 nei casinò. La composizione fisica delle macchine era limitante perché le bobine più grandi avevano solo 25 fermate diverse, che avevano una possibilità pari a 15,624 a 1 di fare un colpo grosso. Il premio più grande doveva pagare una somma considerevolmente inferiore a quella in modo che i casinò potessero trarre abbastanza profitto dalle slot machine per garantire tutto quello spazio sul pavimento.

Ma poi Bally, la compagnia della macchina da pinball, inventò una nuova slot machine che aveva entrambi i pezzi, meccanici E elettronici. Queste macchine più nuove permettevano anche scommesse più grandi e raccoglitori più grossi che potevano ospitare le monete più grandi. Ciò rese le slot machine più proficue.

 

Generatore Casuale di Numeri

 

Nel 1980 il generatore casuale di numeri divenne popolare e tutto cambiò. Il generatore casuale di numeri è fondamentalmente un mini computer che simula le bobine rotanti tramite una programma di computer.
Questo creò una rivoluzione delle slot machine che cambiò l’intera faccia dei casinò. Queste bobine virtuali potevano essere MOLTO più larghe di quelle reali dato che erano motorizzate da un programma al computer invece che da un meccanismo. Le armi dei banditi divennero inutili perché il pulsante della rotazione attivava l’RNG elettronico, o il generatore casuale di numeri, e le macchine pagavano una percentuale predeterminata.
Questa nuova tecnologia ha messo in grado i fabbricanti delle slot machine di produrre un numero praticamente illimitato di giochi da slot machine, divertenti ed allettanti. È una caramella del più alto ordine e gli scommettitori la divorano come se fossero popcorn. Le slot machine attualmente occupano oltre l’80% dello spazio disponibile in molti casinò e costituiscono una somma simile dei redditi e dei profitti dei casinò.