L’etimologia della parola Jackpot

Attualmente la parola Jackpot è usata nel poker e in altri giochi d’azzardo per definire la posta in palio, in termini di denaro, praticamente il montepremi che si può vincere; che si tratti di una slot machine o di qualsiasi altro gioco questo termine è diventato ormai universale, in uso in tutto il mondo, ed è utilizzato anche per definire la combinazione vincente nelle slot machine, indipendentemente che si giochi in un casinò online o terrestre.

Questo è il significato moderno della parola Jackpot, ma le sue origini sono antichissime, si fanno risalire addirittura ai primi anni del 1800, ed hanno a che fare con le rive di un fiume; generalmente sui fiumi si generano villaggi, tribù, o anche città e grandi civiltà ma, in questo caso, è proprio un corso d’acqua, nella fattispecie il Mississippi, a dare origine ad una civiltà particolare, culturale e non storica o politica.

Il Mississippi Missouri è l’immenso fiume che attraversa l’America e le cui acque furono segnate dal passaggio dei primi battelli a vapore nel primo ‘800. I colonizzatori francesi entrarono in America e portarono con sé anche il gioco del poker che, col tempo, si diffuse in tutto il Paese. Ebbene sì, l’etimologia della parola Jackpot fonda le sue radici in questo fiume perché, secondo la leggenda, questo termine deriva appunto dal periodo in cui i battelli occupavano la riva del famoso fiume americano: un uomo che si chiamava Jack Rodger vinse tutti i soldi in palio nel piatto e li pose in una scodella di ferro, che fu poi messa al sicuro in modo che nessuno la potesse rubare. A quel punto Rodger lanciò una sfida: nel caso in cui qualcuno lo avesse sconfitto avrebbe avuto il diritto di accaparrarsi tutto il denaro contenuto nella coppa; di conseguenza tutti iniziarono a chiamarla “la scodella di Jack”, il cui corrispondente in inglese è appunto “jackpot”. Nessuno sa se questa storia sia reale o meno ma sta di fatto che è realmente plausibile.