Conteggio Carte nel Blackjack

Il conteggio carte nel Blackjack è una pratica che ha segnato la stessa storia del gioco. Infatti, giocatori famosi e persino film hanno basato la propria fortuna su questa strategia. Il conteggio carte Blackjack è legale, anche se non ben vista, fin quando fatta in modo naturale ovvero senza l’ausilio di calcolatrici, ricetrasmittenti o altri marchingegni elettronici o computerizzati. Pensate ad esempio al famoso film “Rain Man” con Tom Cruise e Dustin Hoffman, che vincono migliaia di dollari grazie alle capacità di conteggio del personaggio interpretato da quest’ultimo. Ovviamente la storia del Blackjack ha visto passare diversi geni e matematici, ma come vedremo in questo articolo non occorre essere dei geni per praticare il conteggio carte Blackjack.

Migliori Casinò
CasinòBonusVotoR*
*Recensione Completa
100% fino a 500€ + 20€ free spin
100% fino a 1.000€
10€ senza deposito + Bonus del 320% fino a 160€

Il Metodo Base Hi Lo

Partiamo subito con l’azione in modo da mettere subito un po’ di pepe alla lettura. Il primo metodo di conteggio carte del blackjack è chiamato “Conteggio Hi-Lo” ovvero Alto-Basso. Il meccanismo alla base di questo metodo è la divisione delle carte in gruppi da 3:

  • Alle carte da 2 a 6 si associa un punteggio di +1
  • Alle carte da 7 a 9 si associa un punteggio di zero
  • Alle carte dal 10 all’Asso si associa un punteggio di -1

Contando un intero mazzo di carte francesi con questo metodo si ottiene un risultato finale di zero. Questa metodologia di conteggio carte Blackjack serve per indicare al giocatore quale dei seguenti gruppi è maggiormente presente nel mazzo (deck) verso la fine del gioco. Ad esempio, a metà mazzo, se il valore è alto significa che ci sono più 10 e figure (quelle che valgono -1). Invece, se il valore è basso significa che il mazzo presenta ancora maggiormente carte dal 2 al 6. In quest’ultimo caso, saremmo più propensi a chiedere carta con punteggi intorno al 15!

Importante: quando il valore è basso quindi vuol dire che ci sono più carte basse, ma questa è una situazione che generalmente avvantaggia il mazziere.

Quando invece nel mazzo rimangono più 10, figure e Assi, il giocatore ha più chances di fare blackjack. Per questo motivo, in questo caso non esitate a raddoppiare! Inoltre, nella stessa condizione il mazziere ha maggiori probabilità di sballare, considerando che fino a 16 deve hittare obbligatoriamente.

Il metodo Uston SS

Nel metodo di conteggio carte Black Jack Uston SS vi è una maggiore precisione e quindi una maggiore efficacia, ma anche un calcolo più difficile. Prima di iniziare, occorre moltiplicare il numero dei mazzi per -2 e il risultato sarà il valore iniziale dal quale cominciare a contare. Se ad esempio ci sono 2 mazzi, inizieremo a contare da -4. Per questo motivo, si parla di metodo “non-bilanciato”. Inoltre, invece che tre gruppi di valore ne abbiamo 6, perciò nel caso intendiate utilizzarlo, dovrete passare un po’ di tempo in buona compagnia di un deck a padroneggiare questo tipo di conteggio. I gruppi sono questi:

  • 2, 4, 6 = +2
  • 5 = +3
  • 7 = +1
  • 8 = 0
  • 9 = -1
  • 10,J,Q,K,A = -2

Questo metodo, che prende il proprio nome dal suo inventore Ken Uston (uno dei giocatori più vincenti nel Blackjack della storia), offre anch’esso la possibilità di capire che tipologia è ancora nel deck ad un determinato momento della partita. Nel caso in cui nel mazzo rimangano ancora carte dal valore elevato, il gioco è più vantaggioso per il giocatore. Nel caso opposto, così come visto nel metodo Hi-Lo, il vantaggio è del mazziere. La differenza tra lo Uston e l’Hi-Lo sta tutto nella precisione del calcolo.
Il conteggio Uston SS è considerato un passo successivo a quello Hi-Lo, che prevede un ulteriore integrazione con il calcolo a parte dei 10 e degli Assi, come nei cosiddetti conteggi laterali. Con i conteggi laterali si ottengono conteggi praticamente esatti.

Conteggio carte Blackjack Hi-Opt I

Questo metodo è molto simile all’Hi-Lo, ma con piccole ma importanti differenze. Come abbiamo già fatto in precedenza, vi mostriamo i gruppi di carte che prevede questo metodo:

  • 3, 4, 5, 6 = +1
  • 2, 7, 8, 9, Asso = 0
  • 10, J, Q, K = -1

Come potete notare a differenza dell’Hi-Lo, il 2 e l’Asso sono inglobati nel secondo gruppo, quello che porta il valore di zero. Ma perché? Prima di spiegarvelo, occorre che facciate bene attenzione al prossimo passaggio.

Iniziando il conteggio da 0, si aggiungono i valori di +1, 0 e -1 a seconda delle carte che vengono scoperte. A questo punto state bene attenti perché si divide il conto in corso per il numero di mazzi che secondo voi devono ancora uscire. Questo perché per ottenere il “true count” ovvero il conto effettivo occorre dividere il conto per i mazzi che devono ancora uscire. Se ad esempio il conto è +2 e nel sabot ci sono ancora circa 2 mazzi, il true count sarà di 2/2= +1. Se invece manca meno di un mazzo, diciamo metà mazzo, il conto sarà di 2/0,5 = +4. Allo stesso modo un quarto di mazzo darà 2/0,25= +8.
I calcoli qui si fanno un po’ più difficili, perciò allenatevi un po’!

Ciò specificato, vediamo perché gli assi valgono zero. In realtà gli assi in questa strategia hanno un valore “mobile” in quanto se ad esempio in ¼ di mazzo non è uscito nessun Asso, possiamo aggiungere temporaneamente un +1 fin quando non uscirà un Asso. Questo perché in quel momento abbiamo più possibilità di fare un blackjack, perciò è bene sfruttare temporaneamente il momento. Nel caso opposto, in cui siano giù usciti più assi che nella media (ad esempio 2 nel primo quarto di mazzo), abbasseremo temporaneamente di -1 poiché la nostra probabilità di fare Blackjack in quel momento è più bassa. Non è difficile, rileggete e capirete meglio!

Il più complicato, il sistema Hi-Opt II

Sviluppato da due giocatori nonché matematici come Humble e Braun, questo sistema di conteggio carte del Blackjack è il più difficile. Ecco i gruppi di valori:

  • 2, 3, 6, 7 = +1
  • 4, 5 = +2
  • 8, 9, Asso = 0
  • 10, J, Q, K = -2

Anche in questo caso a fine conteggio si torna a zero e c’è l’aggiustamento del running count, ovvero del conteggio in corso. Questo metodo aumenta maggiormente l’efficacia del conteggio carte Blackjack e quindi aumenta le probabilità di vincita per il giocatore.